La pesca nella regione di Lubiana

Aggiungo a My Visit Aggiungi a MyVisit

La regione di Lubiana offre ottime opportunità per la pesca in acqua dolce in ambienti naturali belli e ameni.

La Slovenia è un Paese piccolo, caratterizzato da una grande varietà biotica e da un’estrema ricchezza d'acqua. È piena di fonti d’acqua, cascate, strettoie, laghi di alta montagna, di pianura, naturali e artificiali, sono interessanti per la pesca più di 20 specie ittiche di acque dolci. Tra i tipi di pesca è molto popolare la pesca con la mosca che in Slovenia vanta una lunga tradizione. Sono molto buone anche le opportunità per la pesca con la canna fissa e la pesca a spinning.

Nei fiumi e nei torrenti della regione di Lubiana si possono pescare soprattutto salmoni del Danubio, cavedani, trote fario e temoli, e nei laghi e negli stagni: siluri, carpe e lucci.

© M. Budnar

Il fiume Ljubljanica che attraversa Lubiana, è una delle migliori mete per una pesca di qualità. L’unico "fiume dai sette nomi" lungo il suo percorso si perde varie volte nel sottosuolo carsico. Il suo diretto antecedente, il fiume Unica che scorre nel pittoresco Polje di Planina, è uno dei migliori fiumi sloveni per la pesca con la mosca.

L’Unica, alla fine del Polje di Planina, si perde nel sottosuolo per riapparire come Ljubljanica, ai confini con la Pianura di Lubiana, nelle vicinanze di Vrhnika. Il Ljubljanica, un fiume lento, è circondato da folta vegetazione, ed è soprattutto adatto alla pesca dalla barca. Nelle sue profondità si nascondono trote, temoli, e carpe, ma anche pighi, cavedani e lucci.

Acquisto dei permessi di pesca

La pesca sportiva sui fiumi e laghi della Slovenia vanta una tradizione più che centenaria. I pesci nelle acque del continente sono una fonte naturale sotto tutela speciale dello Stato, e la pesca viene regolata dalla Legge sulla pesca in acqua dolce.

Per la pesca è necessario un permesso, valido per una zona selezionata, ed è in vendita presso i relativi club di pesca, organizzazioni non governative che per conto dello Stato amministrano una gran parte delle acque slovene, e per determinate zone di pesca anche presso l’Istituto per la pesca della Slovenia che gestisce una minima parte delle acque.

L’acquisto dei permessi è possibile anche online.

© Ribiške karte

In Slovenia, la pesca spesso viene effettuata secondo il metodo sempre più popolare "catch and release", ma è anche possibile nel modo tradizionale "catch and take". In ciascuna delle zone di pesca, per proteggere le popolazioni ittiche e il loro ambiente naturale, sono stati fissati i singoli metodi di pesca e quanto pesce può essere catturato secondo la specie.

Altre zone di pesca in Slovenia

Per la posizione centrale della capitale della Slovenia e grazie ai buoni collegamenti stradali, tutte le zone di pesca più interessanti sono vicine alla capitale.

Le acque correnti in Slovenia si suddividono tra quelle del bacino idrico dell'Adriatico e quelle del Danubio. Tra le principali attrazioni del bacino idrico dell’Adriatico appartengono le trote marmorate e i temoli, mentre le specialità del bacino del Danubio sono il salmone, la trota fario e il temolo.

© Robert Kruh

Le zone di pesca più note:

  • Il fiume Isonzo (Soča), famoso per il suo particolare color smeraldo e per le autoctone trote marmorate che possono raggiungere anche misure straordinarie (fino a 25 kg),
  • Il fiume Kolpa che eccelle per l’ambiente naturale intatto che difficilmente si trova oggi in Europa,
  • Il lago intermittente unico su scala mondiale, il Lago di Cerknica,
  • I fiumi e torrenti alpini, due laghi di origine glaciale – quelli di Bled e di Bohinj